Home - Kryptowährung - Apple Store di DeFi‘ sta portando la produzione agricola a Bitcoin, XRP

Apple Store di DeFi‘ sta portando la produzione agricola a Bitcoin, XRP

Posted on 25. September 2020 in Kryptowährung

Con Harvest.io, Kava vuole portare ordine a DeFi. Ed espanderlo oltre l’Etereum.

Harvest.io è il nuovo protocollo di mercato monetario automatizzato di Kava.
È un po‘ come Aave e Compound, solo su Kava, progettato per supportare le attività al di là del solo Ethereum, come Bitcoin e XRP.
Kava mira a rendere la finanza decentralizzata sicura e facile da usare come le app sull’Apple Store.
Il co-fondatore di Kava, una rete di blockchain focalizzata sull’interoperabilità, vuole portare i tagli di capelli tagliati, infilati in magliette, e l’atteggiamento „it just works“ del vostro Apple Store locale nel mondo della finanza decentralizzata.

Con il lancio di uno dei suoi primi protocolli DeFi, l’automazione del mercato monetario Harvest.io, il cofondatore di Kava Brian Kerr spera di portare ordine nel caos del mercato DeFi, così come il supporto per Bitcoin, Ripple’s XRP, e altri asset oltre al solo Ethereum.
Ultime notizie su Twitter
Ottieni le storie migliori mentre si interrompono e unisciti alla conversazione seguendoci su Twitter
Seguite
DeFi si riferisce ad una serie di prodotti finanziari non detentivi, in particolare protocolli di finanziamento decentralizzati, scambi decentralizzati e attività sintetiche. Crypto Engine Attualmente, l’Ethereum domina il mercato DeFi; ci sono circa 9,7 miliardi di dollari di valuta criptata bloccati in contratti intelligenti DeFi, e tutto questo in protocolli basati sull’Ethereum. Kava, costruita sulla piattaforma Cosmos „blockchain of blockchains“, è una delle tante blockchains che cercano di diversificare DeFi oltre l’Ethereum.

Kava ha annunciato Harvest.io lunedì e lancerà il prodotto il 15 ottobre. Harvest.io supporta i prestiti crittografati e gli investimenti in pool di liquidità – pool di denaro che garantiscono che i prestiti abbiano sempre delle controparti. Inoltre premia coloro che utilizzano il protocollo con un token di governance, HARD, che sta per HARvest Decentralized. (I token di governance sono delle valute crittografiche che i detentori possono utilizzare per votare le proposte di miglioramento della rete, o vendere sui mercati secondari).

Harvest.io appare molto simile a Compound e Aave, due protocolli di prestito decentralizzati ospitati su Ethereum, solo Harvest.io supporta Bitcoin e XRP, così come BNB e BUSD di Binance. In confronto, Ethereum supporta rappresentazioni sintetiche, basate su Ethereum, di monete native di altre catene, come Bitcoin, attraverso progetti come tBTC, renBTC e wBTC, ma non le monete stesse.
Bitcoin
Ethereum
Il gettone Bitcoin-Backed Ethereum Token tBTC lancia per la seconda volta
Il gettone Bitcoin-backed Ethereum tBTC ottiene oggi la sua tanto attesa uscita. Thesis, lo sviluppatore del Keep Network e di tBTC, sostiene di offrire il modo più sicuro per i possessori di …

Ma la pallottola d’argento di Harvest.io è la sua catena di blocco autorizzata, dice Kerr a Decrypt. Ogni applicazione su Kava è stata timbrata con l’approvazione della comunità. Anche se molti dei principali protocolli dell’Ethereum sono stati controllati e controllati dalla comunità, l’Ethereum ospita molti protocolli finanziari decentralizzati pericolosi e volatili, i cui creatori possono truffare gli investitori con un sacco di soldi o perdere la fortuna dei loro utenti attraverso un codice scritto male.

„Vogliamo essere sicuri, un po‘ come fa Apple quando controlla le applicazioni per le nuove app nel suo app store, che siano di qualità e che soddisfino determinati standard. Noi facciamo lo stesso“, ha detto Kerr. Tra i nodi operativi su Kava ci sono alcuni dei più grandi scambi di crittografia del mondo, come Binance, OKEx e Huobi.

Dall’interno di questa scatola di vetro antiproiettile, gli utenti di Harvest.io possono guardare gli sciami selvaggi e non lavati di DeFi degens squarciare gli stomaci aperti con i bordi frastagliati dei protocolli rotti e raccogliere le interiora dei loro compatrioti-ceneri.

„È una cosa che stiamo cercando di evitare“, ha detto Kerr.

Kerr ha detto che questo „approccio decentralizzato ma curato“ impedirà alla comunità di gestire le rivolte sulla blockchain, e impedirà alla gente di „spammare la rete con CryptoKitties e altre cose che occupano la larghezza di banda della blockchain“.

Kerr pensa anche che la gente possa usare Harvest.io perché, almeno per ora, promette di essere più economico da usare rispetto agli analoghi dell’Ethereum. „Le tariffe sono semplicemente inesistenti su Kava, e sono quasi proibitive nell’ecosistema dell’Ethereum a meno che non si abbiano 100.000 dollari per giocare… quando qualcosa costa 90 dollari solo per aprire una posizione o per prestare, che potrebbe essere il 10% del loro capitale“, ha detto.

Inoltre, Kerr ha detto che sarà più facile da usare. Mentre l’offerta DeFi di Ethereum lascia ancora perplessi la maggior parte degli utenti (per loro stessa ammissione) a causa del suo alto livello di difficoltà, Kava, e per estensione Harvest.io, è tra i primi ad integrarsi con i principali scambi, il che significa che „sarà un’esperienza molto bella per quegli utenti“.

Harvest.io alla fine si decentralizzerà. Per mettere il controllo nelle mani della comunità, il team ha implementato la yield farming – la pratica di guadagnare gettoni di governance utilizzando la piattaforma in Harvest.io. Il team emetterà il 40% dei 200 milioni di gettoni forniti agli utenti, e un ulteriore 20% a quelli che partecipano alla partecipazione di Kava.

Quando sarà lanciato il 15 ottobre, sosterrà i depositi di BTC, BNB, HAR